Nigeria: altro attentato rivendicato da Boko Haram

Due chiese nel Nord e nel centro della Nigeria, sono state prese di mira domenica da uomini armati, che hanno fatto almeno quattro morti, tra I quali un kamikaze e ferito una decina di persone. Il gruppo islamico Boko Haram ha rivendicato questi attacchi:

“Noi siamo responsabili dell’attacco suicida contro una chiesa a Jos  e di un’altra chiesa a Biu” ha dichiarato Abul Qaqq, presentandosi come un portavoce del gruppo, nel corso di una conferenza stampa da Maiduguri, sede principale di Boko Haram. Inoltre ammette “Abbiamo lanciato questi attacchi per smentire la affermazioni delle forze di sicurezza nigeriane che non ci hanno affatto affievoliti nel corso della loro ultima azione nei nostri confronti”.

A Jos nel centro del paese, tre persone tra le quali il kamikaze autore dell’esplosione della macchina di fronte alla chiesa sono state uccise mentre altre 41 sono rimaste ferite secondo le prime informazioni comunicate dalla stampa locale. Nel Nord Est una donna e morta e molte persone sono state ferite nella città di Biu all’Est di Borno. La Nigeria è scossa da un anno da una serie di attacchi contro i luoghi di culto maggiormente frequentati dai cristiani, attacchi puntualmente rivendicati dal gruppo di matrice islamica Boko Haram che vuole imporre la legge islamica nel Nord del paese.  

Manuel Giannantonio

11 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook