Stati Uniti: i democratici non hanno perso tutto nel Wisconsin

Il titolo del best seller dell’attuale presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, “l’audacia della speranza”, è inspirato ad un sermone del suo ex pastore, Jeremiah Wright, che si riferisce a un opera di G.F Watts intitolato Hope (speranza). Questo lavoro rappresenta una donna che subisce violenze, coperta di lividi, che utilizza l’unica corda della sua arpa per creare della musica. Jeremiah Wright infatti dichiarò “Prendete l’ultima corda che vi resta e abbiate l’audacia della speranza”. Mentre  i sindacati richiedendo un recall del governatore repubblicano del Wisonsin, Scott Walker, hanno indubbiamente fatto prova di audacia. (Il voto di richiamo permette di destituire un eletto prima della fine del suo mandato. Il voto è convocato se sufficienti elettori firmano una petizione).

Soltanto altri due governatori sono stati sottoposti a questo scrutinio nella storia degli Stati Uniti. Il partito democratico nazionale, opposto all’operazione ha chiaramente fatto capire che non sosterrà questo tipo di iniziativa. Sapevano che Scott Walker godeva di un sostegno nazionale oltre che di un sostegno economico importante. Nonostante tutto i sindacati sono andati e hanno perso. La loro sconfitta è stato senz’altro un duro colpo. Prima della procedura potevano provare a calmare Scott Walker impegnato a divulgare menzogne ad un elettorato poco consapevole. Il popolo del Wisconsin gli ha comunque indirizzato il voto.

Nessuno si chiede se la procedure di recall sia stato effettivamente un errore strategico ma visto il numero di persone che i sindacati hanno mobilitato e il modo con il quale hanno preoccupato i repubblicani fino all’ultimo, non era certamente un atto inconsiderato. Se l’audacia suppone qualcosa è di andare, di provare così hanno fatto andando incontro alla sconfitta. Scott Walker sembrava più vulnerabile alla vigilia delle elezioni ma non bisognava dimenticare che i lavoratori avrebbero privilegiato i propri interessi facendo il possibile per proteggerli. Alex Tsipras, dirigente del partito di sinistra Syriza, che attualmente conduce la lotta contro l’austerity in Grecia, ha dichiarato: “ La sconfitta è una battaglia che non è stata condotta opportunamente”.

I repubblicani sono capaci di mobilitare il loro elettorato con altrettanto dinamismo dei democratici e dei sindacati. I sostenitori del recall hanno voluto credere che il forte tasso di partecipazione nelle zone democratiche è stato dovuto ai loro elettori, mentre in realtà erano i repubblicani che passavano le linee nemiche. Anche il denaro conta e i repubblicani certamente ne hanno. Walker ha speso sette volte di più del proprio avversario Tom Barret, la maggioranza dei suoi fondi non provengono dallo Stato. Una realtà della politica americana , specialmente dopo la chiusura di Citizens United , la maggioranza dei suoi fondi non provengono effettivamente dallo Stato così come voluto dalla corte suprema. Se i progressisti cercano un sostegno politico dovrebbero guardare nella propria base. Dal suo discorso Barack Obama ha chiaramente lasciato intendere di essere con loro e nel corso della sua campagna nel 2008 citò questa frase del poeta June Jordan sulla necessità dell’attivismo politico: “ Noi siamo quelli che ci aspettavamo”. Ma nel Wisconsin potevano aspettare tanto Obama non sarebbe mai arrivato.

Manuel Giannantonio

11 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook