Incendi in Siberia, più di 100mila ettari in fiamme

Incendi in Siberia, più di 100mila ettari in fiamme

inside_chita_foresOltre 150 incendi stanno flagellando la Siberia: secondo il servizio federale forestale nella sola regione del Transbaikal, molto frequentata dai turisti, l’area interessata dalle fiamme è passata nelle ultime 24 ore da 787 a 1.375 ettari. Le temperature sono arrivate a sfiorare i 38 gradi e secondo le autorità, il disastro sarebbe legato ai cambiamenti climatici.

Gli incendi, che nel complesso interessano un’area di oltre 100mila ettari, sono scoppiati in 15 zone comprese in 5 distretti della regione: Krasnochikoisky, Petrovsk-Zabaikalsky, Tungiro-Olekminsky, Uletovsk e Khiloksky. Nel Transbaikal gli incendi boschivi sono cominciati già a marzo, quando l’usanza diffusa di bruciare le sterpaglie nei campi prima della stagione della semina – pratica illegale se non autorizzata – e l’avvento contestuale di forti venti secchi, hanno propagato gli incendi dai campi ai villaggi, distruggendoli. Nella regione resterà in vigore lo stato d’emergenza fino al 1 settembre come pure in altre zone della Siberia: Buriazia e Irkutsk.

Davide Lazzini
12 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook