India: maro’ liberi su cauzione in attesa del processo

India. Dopo 104 giorni di carcerazione nello stato del Kerala i due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, sono stati liberati su cauzione (290mila euro). Accusati di aver ucciso due pescatori indiani, scambiandoli per pirati, mentre prestavano servizio su una petroliera in acque internazionali ora dovranno attendere l’inizio del processo fissato per il 18 giugno per difendersi dall’accusa di omicidio.

Il 26 luglio inoltre la Corte suprema del Kerala sarà chiamata a decidere sulla giurisdizione dei fatti contestati. Difatti essendo avvenuto il fatto in acque internazionali l’Italia dovrebbe avere la giurisdizione del caso. Fino ad allora i due marò resteranno in un albergo con obbligo di firma ogni giorno e passaporti sequestrati.

Il presidente del Consiglio, Mario Monti,in un comunicato ha dichiarato di aver telefonato a Latorre e Girone per esprimere: “i sentimenti di gioia del popolo italiano. La conclusione finale che vogliamo, per la quale abbiamo lavorato fin dal primo giorno con determinazione nei confronti delle autorità indiane di ogni livello è il ritorno in Italia dei nostri militari. È significativo che la liberazione sia avvenuta proprio nel giorno della festa della Repubblica e all’indomani di un altro risultato significativo: la rapida liberazione di Modesto Di Girolamo, sequestrato in Nigeria lunedì scorso”.

Enrico Ferdinandi

3 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook