Stati Uniti: uccide 5 persone e si toglie la vita di fronte alla polizia

Dopo i fatti di Miami arriva da gli States un’altra sconcertante notizia. L’autore di una violenta sparatoria avvenuta nei pressi di Seattle dopo essersi dato alla fuga ed aver ucciso una donna mezz’ora più tardi per rubargli l’automobile si è poi sparato alla testa  di fronte alla polizia ed è morto nell’ospedale locale, il tutto è avvenuto mercoledì sera. Intorno alle 11h00, un uomo di una quarantina d’anni, identificato dal Seattle Times come Ian Stawicki, è entrato in un caffè non lontano dall’università di Seattle armato di una pistola e ha sparato su i clienti secondo quanto riferito dalla polizia.

Il sospetto, descritto dalla polizia come bianco, magro con capelli castani mossi, si è dopo gli spari dato alla fuga.

Due persone sono state uccise sul colpo nella fucilata e un’altra ha dovuto soccombere alle ferite riportate nel corso del pomeriggio di questa tragica giornata. Poco dopo le forze dell’ordine sono state chiamate da una persona che ha annunciato che  corrispondeva alla descrizione ha ucciso una donna dopo una lite in un parcheggio dandosi successivamente alla fuga con un fuori strada.

La polizia ha annunciato che un uomo che corrispondeva esattamente alla descrizione si è ucciso sparandosi alla testa nella parte ovest della città. E’ stato immediatamente evacuato in ospedale dove è morto in serata. La polizia ha confermato che quest’uomo era il presunto tiratore della fucilata del caffè e l’assassino della donna uccisa nel parcheggio. La polizia ignora tuttavia le cause e le origini dei suoi folli gesti.

Manuel Giannantonio

31 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook