Cina: attacco critico contro gli Stati Uniti per il rapporto dei diritti

La Cina ha violentemente criticato il rapporto annuale sui diritti dell’uomo nel mondo pubblicato giovedì dal dipartimento di Stato americano denunciando le discriminazioni contro le minoranze negli Stati Uniti.

Il dipartimento di Stato ha stimato nel proprio rapporto che la situazione dei diritti dell’uomo in Cina è sensibilmente peggiorata. Il rapporto sui diritti dell’uomo del dipartimento di Stato americano evidenzia le decadenze subite dai diritti dell’uomo nel paese cinese ma il ministro degli esteri cinese controbatte dichiarando prontamente che il rapporto è pieno di pregiudizi e confonde il falso con il vero. Un tale soggetto non dovrebbe mai essere usato per attaccare o degradare un altro paese sottolinea M.Hong. 

Secondo il portavoce, la Cina ha fatto progressi importanti in materia di diritti dell’uomo, soprattutto nel corso degli ultimi tre decenni di riforme economiche.

Noi speriamo che gli Stati Uniti analizzeranno completamente la situazione in casa propria e che smettesse di usare metodi e pessimo spirito nell’affrontare le questioni dei diritti dell’uomo ha aggiunto successivamente lo stesso M.Hong.

Gli Stati Uniti hanno pubblicato il loro rapporto meno di una settimana prima dell’arrivo sul territorio americano del dissidente cinese Chen Guangcheng atteso a Washington.

In Cina i diritti dell’uomo vengono degradati specialmente in termini di libertà di espressione e di associazione, secondo il dipartimento di Stato americano.

Il governo americano ha raddoppiato gli sforzi per far tacere i militanti politici e ha ricorso a delle procedure extra giudiziarie, secondo quanto riferito dalla diplomazia americana. Le forze cinesi avrebbero proceduto ad esecuzioni arbitrarie e illegali, accusa Washington. Come pronta risposta, la Cina ha pubblicato venerdì il proprio rapporto denunciando le brutalità poliziesche e le discriminazioni contro le minoranze etniche o religiose negli Stati Uniti. Il paese ha chiuso un occhio e mantenuto il silenzio sul loro triste bilancio in materia di diritti dell’uomo, secondo il rapporto del governo pubblicato dalla agenzia China News. 

Le minoranze etniche e i non cristiani subiscono discriminazioni specialmente al livello di religione e di giustizia, conferendo il valore di slogan glorificatori ai proclamati valori di libertà religiosa e di giustizia.

Gli abusi di potere, la brutalità nell’applicazione della legge e l’uso eccessivo della forza della polizia americana hanno provocato ferite ad un gran numero di cittadini innocenti, con conseguenze di privazioni di libertà per alcuni o in certi casi anche di morte come denunciato dal dipartimento cinese.  

Manuel Giannantonio

25 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook