Terremoto ai vertici della Fifa, arrestati 7 dirigenti tra cui 2 vicepresidenti

Terremoto ai vertici della Fifa, arrestati 7 dirigenti tra cui 2 vicepresidenti

SeppBlatterArrivano dagli Stati Uniti le accuse di corruzione e di associazione a delinquere nei confronti dei vertici della Fifa. Diversi dirigenti del calcio mondiale sono stati arrestati in seguito ad una retata a Zurigo.

E’ scattata all’alba di stamattina la retata che ha portato all’arresto di 7 dirigenti: Eduardo (Costa Rica), Julio Rocha (Nicaragua), Costas Takkas (Gb), Rafael Esquivel (Venezuela) e Jose Maria Marin (Brasile) , tra cui due vicepresidenti: Jeffrey Webb (Isole Cayman) ed Eugenio Figueredo (Uruguay), mentre erano impegnati nel loro meeting annuale al Baur au Lac hotel. Gli agenti, dopo essersi fatti consegnare le chiavi, sono saliti nelle camere ed hanno proceduto con gli arresti. Indagato anche il numero uno della Fifa, Sepp Blatter, ma per lui ancora nessuna accusa, come confermato il ministro della giustizia USA Lynch. Nel corso degli ultimi 20 anni la Fifa è stata oggetto di molte indagini da parte dell’Fbi, in particolar modo quelle riguardo l’assegnazione dei mondiali del 2018 e 2022 a Russia e Qatar ed un giro di tangenti, intorno ai 100 milioni di dollari, legate ad offerte commerciali risalenti a tornei disputati negli anni ’90 in America Latina e USA, ma a sempre respinto ogni accusa. “Questa è davvero la Coppa del mondo della corruzione. Oggi è stato mostrato il cartellino rosso alla Fifa”. Queste le parole espresse dal capo dell’Fbi, James Comey e dal capo della sezione criminale dell’Irs, l’Agenzia del Fisco americana, Richard Weber, i quali hanno aggiunto che questo è solo l’inizio e che nessuno è al di sopra della legge.

Anche la Svizzera ha mosso i primi passi verso un’inchiesta. La giustizia elvetica ha comunicato di essere entrata in possesso di documentazioni riguardanti la gestione sleale ed il riciclaggio di denaro, riguardante le assegnazioni dei mondiali del 2018 e 2022, durante una perquisizione presso la sede della Fifa a Zurigo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook