ISIS: ucciso il numero due del Califfato Abu Alaa al-Afri

ISIS: ucciso il numero due del Califfato Abu Alaa al-Afri

Isis-Al-Afri-675

TAL AFAR- Duro colpo all’Isis. Il numero due dello Stato Islamico, Abdul Rahman Mustafa Mohammed, conosciuto come Abu Alaa al-Afri -secondo quanto riportato dalla BBC- è stato ucciso in un raid della coalizione nel nord dell’Iraq.

Al momento del bombardamento Al-Afri stava incontrando dozzine di militanti all’interno della moschea di Tal Afar. Da quanto si apprende dalla Difesa irachena, anche loro sarebbero morti.

Al-Afri si era fatto le ossa in Afghanistan sin dalla metà degli anni ’90. Tornato in Iraq nei primi anni 2000 per contrastare l’occupazione anglo-americana, Afri aveva aderito all’ala qaedista irachena nel 2004, diventandone -sei anni dopo- uno dei leader locali più in vista. Negli anni si era conquistato un ruolo di primo piano all’interno del Califfato combattendo al fianco di Baghdadi. Proprio per la vicinanza ad Al -Baghdadi -che solo nel marzo scorso era stato ferito gravemente da un drone-  Al-Afri era stato indicato come il leader pro-tempore dell’IS.

Luigi Carnevale

13 maggio 2015

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook