Incidente dell’Airbus A320: investigatori, medici legali e psicologi sul luogo del dramma

Incidente dell’Airbus A320: investigatori, medici legali e psicologi sul luogo del dramma

Una squadra composta da una trentina di psicologi si prepara ad accogliere le famiglie delle vittime. Decine di pompieri, investigatori e medici legali sono ugualmente all’opera per garantire la sicurezza del luogo, l’identificazione dei corpi e capire cosa sia veramente accaduto

Elicotteri della gendarmeria francese trasportano gli investigatori e I medici legali sul luogo dell’incidente (AFP / JEFF PACHOUD)
Elicotteri della gendarmeria francese trasportano gli investigatori e i medici legali sul luogo dell’incidente
(AFP / Jeff Pachoud)

SEYNE-LES-ALPES (Francia) – I resti del velivolo sono dispersi nei pressi di 4 ettari sul fianco della montagna, in una zona difficilmente accessibile tra Digne e Barcelonette (nelle alpi francesi). Nella zona è stata installata l’unità operativa dove le famiglie delle vittime sono attese nel pomeriggio. Il presidente francese François Hollande accoglierà la cancelliera tedesca Angela Merkel e Mariano Rajoy, le cui nazioni, sono state maggiormente colpite dal numero di vittime.

Gli elicotteri della gendarmeria nazionale sono nella zona da ore, e «la priorità assoluta in questo momento è quella di creare le condizioni di sicurezza al fine di garantire la possibilità agli investigatori e ai medici legali di lavorare», ha dichiarato il portavoce del ministero dell’Interno francese, Pierre-Henry Brandet. 300 gendarmi e un centinaio di pompieri sono stati mobilitati dai dipartimenti limitrofi. Circa 70 alpinisti locali sono stati inviati in missione sul luogo.

“Lo schianto dell’Airbus di Germanwings riprodotto dalla European Flight Simulator di Gosselies, in Belgio dal sito l’avenir.net”. Un filmato impressionante:

   

 

Le reazioni della stampa tedesca e spagnola:    

 

 3139484-presseespagnole-jpg_2783848 3139485-presseallemande-jpg_2783849     

Una squadra di una trentina di psicologi si prepara ad accogliere i parenti delle vittime. Immenso il loro compito, tentare di farli ragionare per poi verbalizzare, come hanno spiegato alcuni psicologi. Tra le vittime figurano 67 tedeschi, di cui 2 bambini, 16 adolescenti di Haltern (nord-est della Germania) tornavano da uno scambio interculturale con un liceo spagnolo, e due cantanti dell’opera di Düsseldorf, Oleg Bryjak e Maria Radner. Sul volo anche imprenditori e una coppia in viaggio di nozze Mohamed Tehrioui, di 24 anni, e Asmae Ouahoud El Allaoui, 23 anni. A bordo anche tre cittadini Kazaki  Erbol e Adil Imankoulov, nati rispettivamente nel 1965 e nel 1989, e Aijan Isengalieva, nato nel 1966. Tra le vittime figura anche il capo di gabinetto del leader dell’opposizione catalana Oriol Junqueras, Ariadna Falguera, 33 anni e Carol Friday, 68 anni, e il figlio Greig, 29, di Melbourne.

 

     

Ci sono anche 45 passeggeri con cognomi spagnoli. Tuttavia, la lista precisa dei passeggeri non è ancora nota, ha spiegato Bernard Cazeneuve. Sul luogo sono arrivati interpreti tedeschi e spagnoli. In Spagna sono stati proclamati tre giorni di lutto nazionale, dopo l’annullamento della visita del re Felipe VI in Francia. Oggi all’aeroporto di Düsseldorf è stato osservato un minuto di silenzio. Il Presidente americano Barack Obama ha presentato le sue condoglianze al popolo tedesco e spagnolo, offrendo il sostegno del proprio paese.

 

Nel frattempo, si è scoperto che una squadra di calcio la Dalkurd Borlänge, militante nella divisione 1 in Svezia ha deciso di cambiare biglietto prendendo gli ultimi posti disponibili in tre diversi velivoli con Transito a Zurigo e Monaco di Baviera . “A tutti coloro che hanno cercato di contattarci in questi ultimi tempi siamo a casa e stiamo bene. Eravamo su un altro aereo. Riposino in pace”, ha scritto su Twitter Frank Pettersson, portiere del Dalkurd.

Di Manuel Giannantonio
([email protected])
25 Marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook