Corea del Nord: l’Onu condanna il lancio del missile

Forti critiche da parte della comunità internazionale nei confronti della Corea del Nord. Le Nazioni Unite hanno severamente condannato il lancio del razzo che avrebbe dovuto mettere in orbita il satellite denominato “Stella Cadente” e che, invece, ha miseramente fallito, schiantandosi nel Mar Giallo.

La Corea del Nord aveva annunciato il lancio in orbita del satellite per celebrare il centenario della nascita del presidente Kim II-Sung, venuto al mondo proprio il 15 aprile di cento anni fa, e deceduto nel 1994. Un modo di festeggiare che però si è trasformato in un pericolo dalle dimensioni potenzialmente catastrofiche.  Secondo alcuni, l’azione nordcoreana potrebbe celare l’ipotesi di un nuovo test nucleare.

L’ambasciatrice Susan Rice, presidente di turno dei Quindici, ha affermato che “il Consiglio di Sicurezza dell’Onu deplora il lancio del razzo, che costituisce una violazione delle risoluzioni 1718 e 1874″. La stessa ambasciatrice americana ha definito l’azione della Corea del Nord provocatoria e sconsiderata, aggiungendo che “i membri del Consiglio intendono continuare le consultazioni per dare una risposta adeguata all’azione”.

Tuttavia, se l’Usa parla di grave provocazione e uso improprio della tecnologia militare missilistica, Pechino, invece, invita tutti alla calma: “La Cina sta facendo tutto il possibile per preservare la stabilità nella zona nord-orientale dell’Asia. Viste le attuali circostanze, continueremo ad offrire il nostro appoggio e la nostra collaborazione per la pace nella penisola coreana”.

Giuseppe Ferrara

14 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook