Maro’: lunedi’ l’Alta corte del Kerala decidera’ sul ricorso

India. I due  marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, si trovano ancora in carcere incriminati per l’omicidio di due pescatori. I due si trovavano a bordo della petroliera Enrica Lexie dove stavano prestando servizio antipirateria in acque internazionali.

Si dovrà aspettare fino a lunedì 2 aprile per capire quale sarà la decisone dell’Alta Corte del Kerala sul ricorso avanzato dall’Italia che ha chiesto che i due marò siano processati in Italia in quanto il fatto non è avvenuto nel territorio indiano.
In India si trova anche la Enrica Lexie che sarebbe dovuta partire giovedì scorso per tornare in Italia e che invece è stata bloccata dopo un ricorso presentato dai familiari dei due pescatori uccisi che hanno chiesto di fare ulteriori controlli sulla nave per capire se sono stati due marò a sparare o meno.
Ricordiamo che Latorre e Girone fin ora hanno sempre di chiarato di aver solo sparato solo fuoco di avvertimento pensando che i pescatori fossero in realtà dei pirati pronti ad attaccare la nave.
Ieri il ministro della difesa italiano, Giampaolo di Paola ha incontrato a New Delhi quello indiano, A. K. Antony al quale ha chiesto di trasferire i due militari in una struttura più idonea garantendo loro cibo italiano, attrezzature per l’esercizio fisico e assistenza spirituale.
Giampaolo Di Paola si è poi recato al penitenziario dove ha visitato i due marò, l’accesso è stato consentito anche alle telecamere del Tg1 al quale Girone e Latorre hanno dichiarato: “Continueremo ad affrontare questa situazione fino a quando, ben venga, arriverà la notizia di una soluzione. Qui ci mettono al corrente di tutto, non ci tengono nascosto nulla”.
Per domani è previsto il ritorno in India del sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura, che era già stato (dal 22 febbraio al 14 marzo) nel Kerala per seguire la questione e stare vicino ai due marò, negli scorsi giorni de Mistura aveva affermato: “Non molleremo mai i nostri maro” aggiungendo che se l’ Alta corte del Kerala dovesse pronunciarsi a favore dell’India l’Italia è pronta a rivolgersi alla Corte Suprema.

Enrico Ferdinandi

31 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook