Grecia: piano Tsipras in 5 punti, gelo da Bruxelles. Ecco come Atene vorrebbe guadagnare tempo prezioso

Grecia: piano Tsipras in 5 punti, gelo da Bruxelles. Ecco come Atene vorrebbe guadagnare tempo prezioso

lista-tsiprasProsegue senza sosta la via crucis in Europa di Tsipras e del Ministro delle finanze Varoufakis, atteso questo pomeriggio all’Eurogruppo. Il piano proposto dal neo governo di Syriza si articola in 5 punti ed ha lo scopo fondamentale di far guadagnare ad Atene tempo prezioso.

Per prima cosa Tsipras e Varoufakis propongono l’abolizione di circa il 30% delle riforme contenute nel memorandum firmato dalla Grecia con la Troika. Al suo posto si propone un pacchetto di riforme per il rilancio dell’economia e il sostegno della popolazione da mettere in pratica grazie alla collaborazione dell’Ocse. Il governo Tsipras intende mantenere le promesse fatte in campagna elettorale affrontando il prima possibile la “crisi umanitaria” in atto in Grecia. Propone l’aumento del salario minimo a 751 euro, fornitura di elettricità e buoni pasto per le famiglie indigenti, reintroduzione della tredicesima mensilità per i pensionati minimi e sanità pubblica garantita.

Il terzo obiettivo è ridurre il debito greco, senza passare da un vero e proprio haircut. Il Ministro Varoufakis propone un doppio swap sui bond in circolazione, ovvero la trasformazione in titoli indicizzati alla crescita reale del paese e in obbligazioni perpetue.

Il pacchetto prevede inoltre una sostanziale riduzione dell’avanzo primario, dal 3% previsto dagli accordi con la Troika all’1,49%, in modo da recuperare quasi tre miliardi utili a coprire gli interventi a favore della popolazione. Infine, il piano Tsipras prevede l’allungamento del programma ponte da fine maggio a fine agosto.

Il Parlamento greco questa notte ha confermato piena fiducia al programma economico-politico di Alexis Tsipras che, secondo i sondaggi greci, ha raggiunto ormai il 70% dei consensi nel paese. La stessa calorosa accoglienza però, non è stata riservata a Tsipras e Varoufakis da parte di Bruxelles.

Un’ondata di gelo arriva dal G20 di Instanbul dove il ministro delle finanze tedesco ha subito dichiarato: “Concedere 6 mesi alla Grecia è un errore”. “L’eurozona non ha mai imposto un programma di salvataggio ad Atene – aggiunge Schaeuble – nessuno al di fuori dalla Grecia può essere ritenuto responsabile per i problemi greci”.

Ma il vero appuntamento cruciale è fissato per oggi pomeriggio: alle 17 si terrà l’Eurogruppo straordinario chiamato a discutere dell’emergenza Grecia e del piano proposto dalla coppia Tsipras-Varoufakis. Appena il Ministro ellenico siederà di fronte ai suoi omologhi europei, il popolo greco scenderà in piazza Syntagma, sede del parlamento di Atene: “Varoufakis sentirà tutto il nostro sostegno: a quel tavolo di Bruxelles ci saremo anche noi”, promettono i greci.

Marta Panicucci
11 febbario 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook