Israele accusa l’Iran degli attentati in India e Georgia

Israele ha accusato l’Iran di esser stato artefice dei due attentati rivolti al personale delle ambasciate di Tel Aviv che si trovano in Georgia e India.
Il premier israeliano, Netanyahu, ha puntato il dito verso gli Hezbollah libanesi che sarebbero stati armati e motivati da Teheran: “L’Iran è dietro questi attacchi, è il primo esportatore di terrorismo al mondo. Il governo israeliano e le sue forze di sicurezza continueranno a lavorare in stretta collaborazione con le autorità locali contro questo tipo di atti di terrorismo”.

Netanyahu ha poi aggiunto che l’Iran è: “il principale propagatore del terrorismo nel mondo”.
Pronta la replica. L’ambasciatore iraniano  in India ha negato ogni coinvolgimento affermando: “Condanniamo ogni atto di terrorismo, e reagiamo con forza alle false affermazioni”.
Ricordiamo che l’esplosione, davanti alla sede dell’ambasciata israeliana a New Delhi, in India, è avvenuta mediate un ordigno che ha fatto saltare un’automobile della sede diplomatica, provocando almeno due feriti.
Attentato simile è avvenuto nella capitale georgiana dove la polizia ha disinnescato una bomba scoperta in un’automobile di un funzionario dell’ambasciata d’Israele.

Enrico Ferdinandi

13 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook