Tibet, monaca si da fuoco: 23esima dal 2009

Ancora un immolazione in Tibet, si tratta della 23esima dal 2009. Si tratta di una monaca tibetana di 18 anni, Tenzin Choedron appartenente al monastero di Mamae Dechen Choekhorling a Ngaba.
La monaca ieri pomeriggio si è data fuoco durante una protesta nella regione del Sichuan, regione dove prima di lei molti monaci aveva già commesso questo atto per gridare al mondo la loro richiesta di libertà.

Alcuni testimoni avrebbero spiegato che la giovane avrebbe prima lanciato slogan a favore della liberazione del Tibet, e poi si sarebbe data fuoco. Solo a quel punto gli agenti cinesi sarebbero entrati in azione portando via la donna in un luogo sconosciuto, per questo non è certo che la monaca sia morta.
Proseguono intanto le proteste contro la Cina, che da oltre 20 anni occupa il Tibet imponendo ai suoi abitanti di accettare una diversa cultura e storia con metodi dittatoriali. Secondo fonti giornalistiche non confermate la scorsa settimana i manifestanti avrebbero dato fuoco a palazzi governativi a Kardze (Ganzi) nella Prefettura autonoma del Sichuan per protestare contro l’occupazione cinese. La situazione si fa sempre più tesa.

Virginio Sapio

12 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook