Iraq: l’Iran colpisce lo Stato Islamico

Iraq: l’Iran colpisce lo Stato Islamico

Secondo gli Stati Uniti, alcuni aerei iraniani hanno lanciato dei raid nell’est dell’Iraq, senza coinvolgere la coalizione contro lo Stato Islamico.

140616-isis-iraq-jms-1914_dfd9d334d657162e5efe720e4f206e29Iraq – Gli Stati Uniti hanno indicato ieri che l’Iran ha effettivamente condotto dei raid aerei contro il gruppo jihadista nell’est dell’Iraq negli ultimi giorni, insistendo nel ricordare che questi colpi non sono stati coordinati con la coalizione. L’Iran, infatti, non collabora con questo gruppo ma hanno comunque un nemico in comune.

A diffondere la notizia è stato il canale Al Jazeera, che ha prima divulgato le immagini di aerei molto simili ai caccia F4, gli stessi impiegati dall’esercito iraniano. In queste immagini, gli aerei conducono dei raid nella provincia irachena di Diyala, non lontano dalla frontiera con l’Iran. Successivamente, per la prima volta, un responsabile del Pentagono, John Kirby, ha indicato di aver ricevuto indicazioni secondo le quali l’Iran ha utilizzato dei caccia F4, aerei usati dagli Stati Uniti durante la guerra del Vietnam.

Lo stesso Kirby ha ricordato che è compito dell’Iraq coordinare i colpi del suo territorio e non degli Stati Uniti: “Nulla è cambiato circa la nostra politica secondo la quale non coordiniamo noi le attività con gli iraniani”. Proprio così, poiché Washington si rifiuta categoricamente di collaborare con un regime che sostiene il Presidente siriano Assad.

È compito di Washington ora, giudicare l’azione iraniana. Numerosi sono coloro i quali pensano che il sostegno iraniano sia di fondamentale importanza per combattere il gruppo jihadista. Teheran inoltre, fornisce armi all’esercito iracheno e fornisce armamenti pesanti ai combattenti curdi iracheni. È probabile che possa confermarsi come una forza di stabilità nella regione.

Di Manuel Giannantonio
([email protected])
3 Dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook