Merkel al sostegno di Sarkozy a Parigi

Come raccogliere il sostegno così prezioso di Angela Merkel per la futura candidatura alle presidenziali senza essere candidato? Per rispondere a questo quesito Nicolas Sarkozy gioca la carta dell’equilibrismo. Ufficialmente il presidente della repubblica francese riceve la cancelliera tedesca per parlare dell’Euro e fare il punto anche sulla situazione dei dossier internazionali. Angela Merkel ha ribadito “ Sostegno personalmente il presidente Sarkozy su tutti i fronti”. In piena tempesta economica Nicolas Sarkozy immagina che raccogliere il consenso tedesco, prima assoluta potenza europea, lo aiuterà senz’altro a rimettersi in carreggiata.

Sostanzialmente si avvicina sempre più a Berlino per giustificare anche le proprie riforme. Ma sempre in un angolo istituzionale, il meno politico possibile. Angela Merkel a tal proposito ha prontamente ribadito nella giornata di ieri che “ Sostengo Nicolas Sarkozy perché apparteniamo a partiti amici”. Il presidente francese ha colto l’occasione anche per deridere la volontà di Francois Hollande di rinegoziare il nuovo trattato europeo “ Quando la Germania firma un trattato, quando la Francia firma un trattato, ingaggiano il popolo tedesco e francese. I nostri paesi sono molto più importanti delle nostre persone”. Sarkozy ha rinforzato la dose appoggiandosi sull’esempio dei suoi predecessori. Il trattato di “Maastricht (1993), era Francois Mitterand “ ha ricordato “ Immaginate che al pretesto che Mitterand fosse socialista, Chirac che lo ha succeduto avrebbe dovuto dire: ‘questo trattato era pessimo per il solo motivo che il mio predecessore era di sinistra”. “ Non è così che si dirige una nazione, non è così che si difendono gli interessi di un paese” ha evidenziato il presidente della Francia. Nel 2007 Angela Merkel aveva ricevuto i candidati del PS (Partito Socialista) e dell’UMP (Unione Movimento Popolare). Questa volta si è coalizzata con Sarkozy che ha affiancato e sottolinea la presenza di Francois Hollande al congresso del SPD, l’equivalente del PS in Germania nel mese di dicembre per giustificare questo impegno. La ripartizione dei ruoli non dovrebbe preoccupare Francois Hollande che sul noto social network Twitter scrive: “ La presenza di Angela Merkel al fianco di Sarkozy in campagna non mi impedirà di lavorare con lei all’indomani dell’elezione”.          

Manuel Giannantonio

7 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook