Usa avvertono: entro un anno Iran avra’ la bomba atomica

Mentre Teheran continua a minacciare la chiusura dello stretto di Hormuz e l’Unione Europe si appresta ad imporre (per il prossimo 1 luglio) l’embargo totale del petrolio al paese mediorientale gli Usa, nella persona di Leon Panetta, segretario della Difesa, lanciano l’allarme: entro un anno l’Iran potrebbe aver la bomba atomica.
“Se decidessero di farlo, gli iraniani impiegherebbero circa un anno per essere in grado di produrre una bomba, ed altri uno o due anni per montarla su un missile. Gli Stati Uniti, ed il presidente Obama è stato chiaro su questo, non vogliono che l’Iran sviluppi un’arma atomica: tutte le opzioni sono sul tavolo”.

Toni duri quelli del ministro della difesa statunitense che lascia ben intendere che gli Usa sarebbero già pronti ad un intervento nel qual caso venga dimostrato che l’intenzione di Teheran è quello di costruire l’atomica.
Per dovere di cronaca vi ricordiamo che a marzo scadrà il termine ultimo entro il quale l’Iran dovrà fornire all’Onu il suo programma sul nucleare. Difatti fin ora il paese guidato da Mahmud Ahmadinejad ha sempre dichiarato che le operazioni per l’arricchimento dell’uranio sono volte esclusivamente alla costruzione di centrali che provvedano all’approvvigionamento di energia, uso civile quindi. Ma molti paesi, in primis la vicina Palestina, da anni stanno chiedendo al paese di fornire dati dettagliati sul suo operato, ciò che sembra evidente è proprio la volontà di costruire la bomba atomica.

Bomba che ricordiamo è in possesso di stati come Usa, Gran Bretagna e Francia che più volte hanno criticato la volontà di Teheran di volerla costruire. La questione è controversa e di certo non è di facile risoluzione. Da oltre un mese sono presenti sullo stretto di Hormuz (passaggio marittimo dal quale passa circa la metà del greggio diretto verso l’Europa) navi da guerra iraniane, statunitensi e russe.

Enrico Ferdinandi

30 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook