Rio de Janeiro, crollano tre edifici: tre morti e 16 feriti

Un cedimento strutturale sembra esser la causa del crollo di tre edifici a Rio de Janeiro, in Brasile: un palazzo di dieci piani, un altro di venti e poi uno di quattro, sono crollati in questo ordine nel pieno centro della città. Da una prima stima si contano già una vittima ed almeno 19 dispersi. Il fatto è avvenuto alle ore 20:30 di mercoledì (7:30 locali) nella rua 13 de Maio, a fianco al Teatro Municipale e altri palazzi storici nonché i principali edifici commerciali e politici della ex capitale del Brasile.

Al momento non si escludono attacchi terroristici anche se sembrano poco probabili. Alcuni testimoni hanno dichiarato di aver sentito una forte esplosione e di aver avvertito in seguito una forte puzza di gas. Il bilancio delle vittime e dei dispersi sembra comunque destinato a salire in quanto si tratta di palazzi dove generalmente lavorano centinaia di persone i così detti “palazzi formicaio”. Gli edifici ospitavano difatti uffici e studi professionistici, al momento del crollo fortunatamente non si era in pieno orario lavorativo.
L’ipotesi più avvalorata è quella di un cedimento strutturale  in quanto gli edifici, costruiti negli anni ’40, erano alquanto malmessi.

Aggiornamento delle ore 16:20

Sarebbe salito a tre il numero delle vittime, sedici i feriti riscontrati fin ora ed ancora dieciannove i dispersi ufficiali.

Enrico Ferdinandi

26 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook