Siria: rifiuta piano della Lega Araba su dimissioni Assad

La Lega Araba, dopo aver preso visione del rapporto degli osservatori inviati per circa un mese in Siria, ha rivolto al presidente Bashar al-Assad un’iniziativa di pace che prevedeva le dimissioni del presidente per formare un governo di unità nazionale ad interim.

La risposta di Damasco è stata come facilmente prevedibile negativa, una fonte, anonima, del governo ha affermato difatti che la proposta della Lega compie una “interferenza flagrante
negli affari interni della Siria, un attacco alla sua sovranità e unità”.
In queste ore al Cairo la Lega Araba sta ancora discutendo su quali provvedimenti prendere nei confronti del regime di Damasco.
Arrivano oggi come annunciato nuove sanzioni all’apparato militare siriano da parte dell’Unione Europea. Il ministro degli Esteri italiano, Giulio Terzi, ha definito la risposta negativa del regime di Damasco alla proposta della Lega Araba molto deludente. Terzi ha poi affermato che: “La situazione è molto preoccupante se ne dovrebbe discutere al Consiglio di sicurezza dell’Onu”.
Intanto anche oggi sono continuati gli scontri e le vittime. Secondo i Comitati locali di coordinamento oggi sarebbero morte almeno 13 persone in tutto il paese.

Enrico Ferdinandi

23 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook