Siria, esplode ordigno su strada: morti 11 detenuti

L’Osservatorio siriano dei diritti dell’Uomo (Sohr) ha riferito che un ordigno esploso lungo una strada di nella provincia di Idleb (nord-ovest) ha causato la morte di 11 persone.
Il presidente del Sohr, Rami Abdel Rahmane, ha affermato: “Undici prigionieri sono morti stamattina per l’esplosione di un ordigno al passaggio del camion su cui viaggiavano lungo la strada che unisce la città di Idleb al villaggio di Mastoumé”.

Continua a dominare la violenza in Siria dove la missione degli osservatori della Lega Araba è finita ieri ma potrebbe protrarsi per un altro mese, secondo un funzionario dell’organizzazione panaraba: “Allo stato dei fatti, tutto sembra indicare che la missione di osservatori in Siria sarà prolungata e che il numero degli uomini che ne faranno parte sarà portato a 300”.
Secondo gli attivisti questo è solo un modo per concedere ulteriore tempo al regime di Assad.
La decisione sarà comunque presa domenica quando sarà presentato alla Lega Araba un primo resoconto degli osservatori di quanto visto fin ora in Siria, dal rapporto si dovrà evincere se Assad stia o meno rispettando la fine delle violenze promesse più di un mese fa ai ministri degli esteri della Lega.

Enrico Ferdinandi

21 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook