Corea del Nord: natura triste per il Caro Leader

La transizione di poteri avvenuta in Corea del Nord in seguito alla scomparsa di Kim Jong Il “caro leader”, ha generato reazioni ai limiti della ragione. Le ultime notizie che riguardavano la sanzione prevista di sei mesi di lavoro forzato per chi non avesse pianto abbastanza la morte del caro leader, sembravano essere le ultime che riguardavano la manifestazione espressa del dolore di una nazione intera.

Ma non è esattamente così. Dei fenomeni soprannaturali si sono verificati in Germania nell’ambasciata nord coreana poco dopo la morte di Kim Jong Il, assicura l’agenzia ufficiale nord coreana, che rievoca il lutto. Questi “fenomeni soprannaturali” si sono verificati il 20 dicembre, il giorno successivo dell’annuncio ufficiale del dirigente della Corea del Nord. Un esemplare di Cincia (uccelli di piccole dimensioni caratterizzati da un collo di colore blu), è rimasto un’ora di fronte all’ingresso dell’ambasciata dando dei piccoli colpi con il becco alla finestra, mentre una pianta fioriva nel frattempo, nonostante le proibitive temperature invernali. L’agenzia in seguito a questo evento ha dichiarato : “ Sembra che consapevole della trista notizia della scomparsa del nostro grande capo l’uccello ha volato verso questo luogo per esprimere le sue condoglianze per poi ripartire dopo una veglia funebre”. Per quanto riguarda la pianta invece è stato dichiarato che : “ Ha fiorito malgrado le temperature invernali per partecipare al dolore del lutto”. Le manifestazioni soprannaturali rientrano nella concezione coreana per salutare la nascita o la morte di un dirigente. Insomma questi avvenimenti si aggiungono al pianto degli orsi che hanno contribuito ad abbassare le temperature in corea all’indomani del funerale del capo di stato. La natura ha quindi secondo i coreani, inevitabilmente espresso e manifestato il proprio dolore per la scomparsa del tiranno caro leader.  

Manuel Giannantonio

19 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook