Hunstman getta la spugna e affianca Romney

La battaglia per elezioni repubblicane prosegue negli States con nuovi sviluppi, uno fra tutti, la resa di Jon Hunstman, che ha deciso di ritirarsi per appoggiare pienamente Romney. Hunstman è sopravvissuto poco nel corso delle primarie nel New Hampshire ed era noto ai media più per le tre figlie che per meriti propri.

Il più moderato dei repubblicani ha deciso di ritirarsi dalla corsa all’investitura del suo partito per le elezioni presidenziali negli Stai Uniti. Questo ritiro non è ancora ufficiale ma è già stato annunciato domenica sera sul canale ABC News suo portavoce ufficiale. L’ex governatore dello Utah, ex ambasciatore in Cina, preferisce fare posto all’ex governatore del Massasuchets. Secondo le parole diffuse dal canale ABC Hunstman, si dice fiero del cammino svolto fino ora ma non vuole più mettere i bastoni tra le ruote a Romney. Le prossime primarie  si terranno, sabato, nella Carolina del Sud, uno stato di matrice conservatrice in cui i candidati Santorum e Perry dovrebbero raccogliere più voti che nel New Hampshire. I moderati si uniranno a Romney mentre i conservatori si divideranno tra i molteplici candidati? Ulteriori risposte significative dunque verranno rivelate nel corso della prossima tappa della lunghissima marcia elettorale che incoroneranno l’avversario ufficiale del presidente uscente del paese a stelle e strisce. Vi terremo aggiornati. 

Manuel Giannantonio

16 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook