India: scoperto complotto per uccidere il Dalai Lama

Tibet. È stato scoperto un complotto volto ad uccidere il Dalai Lama, guida dei buddhisti tibetani, che da anni lotta per la liberazione della nazione della Cina.  
Insieme a lui fin ora decine di monaci e suore hanno cercato di far capire a livello internazionale la gravità della situazione immolandosi, dandosi fuoco per attrarre attenzione. L’ultimo caso è avvenuto ieri nella prefettura di Ngaba: un laico ed un monaco tenendosi per mano si sono dati fuoco.

Uno dei due è morto mentre l’altro è stato fermato dalle guardie, ora si trova in ospedale in gravi condizioni.

Sempre ieri due giovani si erano avvicinati al Dalai Lama, nel santuario buddhista di Bodh Gaya, con l’intento di ucciderlo. Ora i giovani sono sotto interrogatorio. Si pensa (seppur non è ancora stato accertato ufficialmente nulla) che dietro vi possa essere la Cina, che lo ricordiamo da oltre 20 anni sta cercando, con la forza, con una dittatura spietata, di reprimere la richiesta di libertà del popolo tibetano.

di Virginio Sapio

8 dicembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook