Stati Uniti: i repubblicani contro Obama per abuso di potere

Stati Uniti: i repubblicani contro Obama per abuso di potere

La Camera dei rappresentanti americana, di maggioranza repubblicana, ha votato mercoledì per provvedimenti contro il Presidente americano accusato di abuso di potere. Gli eletti dell’opposizione rimproverano a Obama di non aver applicato fedelmente la legge sul sistema sanitario americano.

AP_state_union10_ml_140128_16x9_992I repubblicani americani si sono ferocemente scagliati contro la riforma “Obamacare”, adottata nel 2010, poiché stimano che il Presidente americano non l’abbia applicata correttamente. Inoltre, mercoledì hanno votato a favore di un provvedimento giudiziario nei suoi confronti per abuso di potere.

Questa mossa però risulta piuttosto essere la vetrina di un argomento politico dell’opposizione. A qualche mese dalle elezioni legislative di novembre, i repubblicani accusano il Presidente americano di essere diventato un monarca autoritario che governa senza decreti interpretando liberamente i testi approvati in parlamento.

All’occorrenza, gli eletti repubblicani rimproverano all’amministrazione americana di aver respinto in due riprese, l’entrata in vigore della legge sanitaria, “Il Presidente Obama è andato oltre ai suoi poteri costituzionali, ed è responsabilità della Camera dei rappresentanti di difendere la Costituzione”, ha dichiarato John Boehner, Presidente della Camera.

Tuttavia, ci sono pochissime probabilità che Obama sia effettivamente perseguito dalla giustizia Americana, piuttosto frivola nell’intervenire sui conflitti tra potere esecutivo e legislativo. “Invece di denunciarmi perché io faccio il mio lavoro, voglio che il Congresso faccia il suo lavoro e renda migliore la vita degli Americani che li hanno eletti”, ha prontamente replicato il 44° Presidente degli Stati Uniti.

Di Manuel Giannantonio

([email protected])

1 Agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook