Filippine: Onu chiede 28 Mln di dollari per vittime tempesta Washi

Il tifone Washi ha portato morte e distruzione nelle Filippine, ora è il momento di aiutare questa nazione e le famiglie delle oltre mille vittime. Questo l’intento delle Nazioni Unite che hanno lanciato quest’oggi un appello per raccogliere 28 milioni di dollari per aiutare la nazione a risollevarsi, Soe Nyunt-U, il coordinatore umanitario dell’Onu ha paragonato quanto successo ad una calamità di forza pari a quella di uno tsunami, soprattutto per quanto riguarda le due città più colpite Iligan e Cagayan de Oro, nel sud del paese.

Queste le sue parole guardando le case completamente distrutte: “Sembra che siano state portate via da uno tsunami su terra. Intere aree sono state completamente spazzate via. Sono rimasti in piedi pochissimi edifici robusti, ma anche questi hanno subito forti danni”.
Ora la paura maggiore è per la possibilità che vi siano possibili epidemie, si teme soprattutto per il colera. Più di 45.000 persone sono rimaste senza casa, le case distrutte o danneggiate sono oltre 30.000, altra grande preoccupazione riguarda la mancanza di acqua corrente.
Nyunt-U spera che i governi stranieri ed i donatori rispondano al suo appello: “È Natale e la buona volontà della comunità internazionale è alta: nessun Paese può rimanere da solo”.

di Virginio Sapio

22 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook