Stati Uniti: dramma familiare, muoiono 4 bambini

Stati Uniti: dramma familiare, muoiono 4 bambini

Una nuova sparatoria è avvenuta negli Stati Uniti dove un uomo ha ucciso quattro bambini e due adulti durante una disputa familiare in Texas, prima di essere arrestato e messo in detenzione dopo un lungo faccia a faccia con la polizia locale.

sparatoria-texas-634x396Mercoledì, la città di Houstoun nello Stato del Texas è stata teatro di un’orrenda tragedia che purtroppo sembrano ripetersi con un’inquietante regolarità nel paese. Una donna è rimasta tra la vita e la morte mentre la polizia ha confermato che le vittime adulte erano uomini. Prima di essere condotta all’ospedale la vittima di quindici anni ha potuto fornire la direzione che il sospettato ha preso con la macchina e che fosse proprio un membro della sua famiglia. La polizia ha dunque iniziato l’inseguimento durato circa una ventina di minuti. L’uomo è stato raggiunto e costretto ad arrendersi. Ha ucciso quattro bambini.

Il Presidente Barack Obama aveva chiamato gli Americani lo scorso mese ad un “esame di coscienza” sulle armi da fuoco. Il Congresso ha notevoli difficoltà nel tentare di controllarne la circolazione, sotto la potente pressione della lobby NRA, che si oppone a qualsiasi tipologia di controllo sul porto d’armi in virtù del secondo emendamento della Costituzione e del sacro santo diritto alla difesa personale tanto caro agli Americani.

Quasi 300 milioni di armi sono detenute negli Stati Uniti (106 milioni di pistole, 105 milioni di fucili e 83 milioni di fucili da caccia), secondo il rapporto redatto dallo studio sociologico nazionale (GSS) del 2010 insieme al Centro di ricerca nazionale di sondaggio (NORC) dell’Università di Chicago.

Con 315 milioni di abitanti e una media di un’arma per abitante, gli Stati Uniti sono il primo paese al mondo per detenzione di armi da fuoco da parte di civili, dietro di loro lo Yemen. Ogni detentore possiede una media di 3 armi.

Questo dato comporta le sue logiche e conseguenze. Così, si è verificato, infatti, un aumento del numero delle vittime di armi. Tra il 2000 e il 2008, 272 590 persone sono morte in seguito a ferite causate da armi negli Stati Uniti, questa la cifra spaventosa fornita dalla banca dati WISQARS del Centro Americano per la prevenzione e il controllo delle malattie e del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle ferite, citato dal Violence Policy Center (VPC). In media, 30 288 persone sono state uccise ogni anno a causa di armi da fuoco.

Di Manuel Giannantonio

([email protected])

11 Luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook