Medio Oriente: 3 uomini hanno ammesso l’uccisione dei tre adolescenti

Medio Oriente: 3 uomini hanno ammesso l’uccisione dei tre adolescenti

All’indomani del loro arresto verificatosi domenica mattina, tre dei sei sospettati dell’omicidio di Mohamed Abou Kheir, 16 anni, bruciato vivo la settimana scorsa, hanno ammesso la loro colpevolezza. I coinvolti inoltre, hanno ricostruito la scena del crimine ai poliziotti.

0328-Netanyahu_full_600La detenzione provvisoria dei detenuti è stata prolungata da Peth Tikva di otto giorni per cinque di loro (sono 6), secondo quanto riferito dai loro avvocati. Quest’ultimi non hanno il diritto di incontrare i propri clienti per quel periodo. Sono sospettati di appartenere ad un’organizzazione terrorista, di possesso illegale di armi e di crimini, secondo quanto riportato dal sito d’informazione Ynet.

Questo evento sopraggiunto dopo la morte di tre israeliani rapiti il mese scorso, ha scatenato un’ondata di violenza tra Israele e i Palestinesi.

Nella notte tra lunedì e martedì, l’esercito israeliano ha condotto un raid nella Striscia di Gaza, come rappresaglia. Secondo Hamas, l’attacco ha provocato la morte di sette persone tra i suoi membri. Si tratta del raid più violento dalla fine del 2012.

Di Manuel Giannantonio

 8 Luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook