Piazza Tahrir: nella notte altri 3 morti, continuano gli scontri

Continuano gli scontri a Piazza Tahrir dove nella notte la conta dei morti è continuata salire. I manifestanti non danno segni di cedimento, non vogliono lasciare la piazza, simbolo delle proteste che hanno portato al crollo del regime di Mubarak, e chiedono che il nuovo governo militare dia le dimissioni quanto prima. Le vittime di ieri in totale, secondo fonti mediche sono state sei, ai quali si aggiungono i tre morti di questa notte.

Secondo i media egiziani i militari del governo militare continuano ad usare proiettili veri contro i manifestanti, i tre morti di questa notte sono tre giovani ragazzi, si tratta di Mohammad Mustafa Hussein Sayed, studente di ingegneria, di Mohammad Samir Maslaha, ventenne ucciso in via Talaab Harb, e di Islam Abdel Hafith morto nel vicino ospedale medico mentre i medici cercavano di salvargli la vita.
Intanto questa mattina continuano gli scontri, secondo i manifestanti un 15enne, dopo una violenta carica delle forze dell’ordine, si trova ora in condizioni critiche (forse a causa di un colpo di pistola), altri manifestanti parlano di un’altra vittima, un ragazzo di 12 anni, ma come detto non si è ancora avuta una conferma ufficiale.

di Enrico Ferdinandi

20 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook