Corea del Nord: morto Kim Jong-il

“Il Caro Leader” è deceduto due giorni fa a seguito di un malore. Kim Jong-un, figlio del dittatore nordcoreano, è da oggi “il grande successore”.

Kim Jong-il è morto. Il dittatore della Corea del Nord, al potere dal 1994, è stato stroncato sabato scorso da un attacco cardiaco, all’età di 69 anni.

Succeduto al padre Kim II Sung 17 anni fa, il supremo leader nordcoreano era presidente della Commissione di Difesa Nazionale, segretario del Partito del Lavoro e Comandante del quarto esercito più grande della Terra.

Nel suo Paese veniva salutato come “Il Caro Leader” o il “Grande Leader” e il suo compleanno era celebrato come festa nazionale da milioni di fedelissimi. E’ stata la tv nordcoreana a dare il triste annuncio oggi alle 12 (le 4 in Italia), proclamando dieci giorni di lutto nazionale. Già nel 2008, Kim Jong-il era stato colpito da un ictus che tuttavia non gli aveva impedito di continuare a svolgere il suo lavoro.

L’uomo, cosciente del suo stato di salute, aveva però iniziato a spianare la strada al suo terzogenito Kim Jong-un, da oggi “Il grande successore” (così è stato presentato dalla TV di Stato della repubblica democratica di Corea), approntandone il passaggio dei poteri con la nomina a Generale dell’esercito, a membro del Comitato Centrale del Partito del lavoro e vicepresidente della Commissione Militare.

I solenni funerali di Stato si terranno il 28 dicembre 2011.

di Roberto Mattei

19 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook