USA: Washington si impegna a legiferare sulla privacy

USA: Washington si impegna a legiferare sulla privacy

Il governo americano ha rispettato la richiesta dell’UE agendo per legiferare sulla protezione dei dati personali, come annunciato mercoledì ad Atene dal ministro americano della Giustizia, Eric Holder.

chi_usa_gmail_non_pu___aspettarsi_la_privacy_2242Il governo del Presidente Obama si impegna a redigere una legislazione per assicurare la protezione dei dati personali”, ha dichiarato il ministro Holder nel corso di una conferenza stampa comune con il commissario europeo degli Affari interni, Cecilia Malmström, al termine di una riunione dei ministri europei della Giustizia nell’ambito della presidenza greca dell’UE. La protezione dei dati e il rinforzo dell’accordo “Safe Harbour” sono stati il perno delle discussione durante questa riunione.

L’accordo evoca “lo stesso diritto dei cittadini europei di poter perseguire a termini di legge negli Stati Uniti ingiustizie, così come un cittadino Americano”, se si verifica un problema nell’utilizzo dei propri dati. L’UE ha descritto il raggiungimento di questo accordo come “un passo importante nella buona direzione”, in un comunicato della vicepresidenza della Commissione Europea Viviane Reding.

In un mondo di crimini e di terrorismo globalizzato non possiamo proteggere i nostri cittadini se non lavorano tutti insieme in modo internazionale, condividendo le informazioni con i paesi membri dell’Unione Europea e i nostri alleati”, ha sentenziato il ministro della Giustizia Americana Holder.

Gli Stati Uniti non hanno regole in materia di protezione dei dati. La legislazione europea vieta dal 1998 il trasferimento di dati personali verso gli Stati non membri dello spazio economico europeo se non sono protette come nel vecchio continente.

Le discussioni tra l’UE e gli Stati Uniti sono datate 2011 e devono necessariamente permettere alle imprese americane di trasferire sul suolo Americano dati personali dei cittadini europei.

Questa riunione ministeriale informale tra i ministri dell’UE e gli Stati Uniti sulla giustizia e gli Affari interni è l’ultima della presidenza semestrale greca che si conclude a fine mese. Toccherà alla nostra Italia gestire il prossimo semestre.

Di Manuel Giannantonio

([email protected])

26 Giugno 2014

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook