Siria, repressione: altre 23 vittime nella provincia di Hama

Almeno 23 morti: questo è il bilancio provvisorio di un’altra giornata di repressione in Siria. A renderlo noto l’emittente Al Arabiya che dagli attivisti dice di aver appreso che quest’oggi le forze di sicurezza hanno ucciso almeno 15 persone in varie città del paese. Sono otto invece i soldati uccisi nel corso di un agguato teso contro i disertori del regime nella provincia di Hama. L’attacco degli attivisti è stato una risposta all’uccisione di cinque civili uccisi stamani nella stessa zona.

L’episodio avvenuto questa mattina ha visto i militari siriani sparare contro un automobile diretta nel villaggio di Khattab, i cinque passeggeri sono tutti morti. La motivazione dell’attacco non è stata resa nota. Oggi le Nazioni Unite hanno comunicato che da marzo ad oggi la stima d persone morte a causa della repressione supera quota 5.000, ricordiamo che secondo gli attivisti, ed anche Burhan Ghalioun, presidente del Consiglio nazionale siriano, si parla di almeno 10.000 vittime.

di Alex Travisi

14 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook