Siria: Russia pronta ad inviare tre navi da guerra

Nel comunicato finale del vertice odierno Usa-Ue tenutosi quest’oggi a Washington a cui hanno partecipato il presidente Usa Barack Obama, il presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso e il presidente del Consiglio Europeo Herman van Rompuy, si può apprendere come per l’occidente: “Gli eventi in Egitto, Tunisia e Libia dell’ultimo anno offrono una opportunità storica per il successo di riforme democratiche nel mondo arabo che comprendano sviluppo economico e sociale e integrazione regionale.

Damasco deve mettere immediatamente fine alle violenze”.
Questione nucleare Iran: “gli Stati Uniti e l’Unione Europea sono determinate ad assicurare che l’Iran rispetti i propri obblighi e cooperi con l’Aiea per gestire i seri timori”.

Quest’oggi la  Russia, ha appoggiato la richiesta del Qatar decidendo di inviare tre navi da guerra entro l’inizio di dicembre. A dare la notizia il quotidiano governativo Izvestia, che ha aggiunto che le navi non arriveranno a destinazione prima dell’inizio di primavera.
All’indomani della decisione della Lega Araba di imporre sanzioni economiche alla Siria per far si che la repressione, che dura ormai da nove mesi e che ha causato almeno 3.500 morti, finisca la situazione si fa ancora più tesa. Proprio la Russia, che insieme alla Cina, si era fino a pochi giorni fa opposta a qualsiasi provvedimento nei confronti della Siria ora sta mandando delle navi da guerra in medio oriente.
Ricordiamo ai nostri lettori che proprio ieri il primo ministro del Qatar, Hamad bin Jassim Al Than, aveva dichiarato: “Il potere non vale niente quando un sovrano uccide il suo popolo. Non vogliamo provocare altra sofferenza al popolo siriano. Stiamo cercando di evitare qualsiasi intervento straniero.”

di Enrico Ferdinandi

28 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook