Palestina: la riconciliazione è una manovra di Abbas?

Palestina: la riconciliazione è una manovra di Abbas?

Una delegazione dell’Organizzazione della liberazione della Palestina (OLP), ha concluso un accordo di riconciliazione con Hamas a Gaza. L’accordo è strutturato in sette punti e prevede la formazione di un governo nazionale composto da tecnocrati.

MIDEAST ISRAEL PALESTINIANS ABBAS
Mahmoud Abbas

Oggi il contesto resta molto particolare e caratterizzato da notevoli complicazioni. Isolato dalla riorganizzazione diplomatica all’indomani della primavera araba all’epoca in cui il Qatar e i Fratelli musulmani trionfavano, e dal colpo di Stato dell’esercito in Egitto nel luglio del 2013, Hamas chiede un accordo da mesi. In virtù di questa ragione ha liberato i prigionieri di Fatah, concesso l’amnistia ai suoi membri più in vista implicati nelle violenze del 2007 e autorizzato i suoi emissari a recarsi nella striscia di Gaza.

Quali interessi possono avere Mahmud Abbas e l’OLP nel firmare un accordo di riconciliazione con Hamas a una settimana della fine delle negoziazioni con Israele? Abbas non può cercare una legittimità allargata in un momento che potrebbe rivelarsi cruciale per il destino della Palestina. Questa manovra probabilmente, costituisce una strategia per fare pressione sugli Stati Uniti e Israele , al fine di permettere alla Palestina di accettare, senza perdere la faccia, un prolungamento delle negoziazioni oltre il 29 aprile.

Abbas, non ha dato nessun segno di una reale volontà di riavvicinamento. Gli arresti dei membri di Hamas proseguivano in Cisgiordania quando manifestava il suo sostegno totale al nuovo regime egiziano, che rinforzava inoltre, il suo blocco sulla striscia di Gaza.

Nel caso di un prolungamento delle negoziazioni di pace con Israele è facile prospettarsi condizioni finalizzate alla rinuncia della stessa riconciliazione. Tra i firmatari, c’è un grande assente, la Jiahd islamica, una forza popolare che beneficia dell’aiuto dello Ezbollah e dell’Iran.

L’organizzazione delle liberazione della Palestina (OLP) è stata creata nel 1964. Composta da diverse organizzazioni palestinesi, tra le quali Fatah, il Fronte popolare della liberazione della Palestina (FPLP) e il Fronte democratico per la liberazione della Palestina (FDLP), è riconosciuta internazionalmente come unico rappresentante ufficiale del popolo palestinese. L’Autorità palestinese invece è l’entità che amministra gli abitanti palestinesi della Cisgiordania e della Striscia di Gaza, nelle zone A e B della Palestina, che sono state definite dagli accordi di Oslo del 1993. Il suo Presidente è Mahmoud Abbas.

di Manuel Giannantonio

([email protected])

28 Aprile 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook