Russia: approvata legge su multe a gay

Una legge in Russia, se approvata definitivamente, potrebbe dare il via a multe nei confronti gay e lesbiche che manifestano il loro orientamento sessuale in pubblico. Siamo a San Pietroburgo, dove il partito Russia Unita ha presentato al parlamento un disegno di legge che vieta i gay pride ed altre manifestazioni inerenti la comunità omosessuale, ovvero lesbo, gay, bisexual e transgender, alla presenza di minori.

La legge è per ora stata approvata in lettura, 37 voti a favore e solo un astenuto. Le multe vanno dai tremila ai cinquemila rubli, dai 72 ai 120 euro, per i singoli cittadini e di 50.000 rubli, 1.200 euro per organizzazioni.
Per l’approvazione finale di questa legge saranno necessarie altre due letture (date ancora non fissate) con relative votazioni. Il deputato di Russia Unita, Vitaly  Milonov ha dichiarato che: “La crescente popolarità delle deviazioni sessuali influenza i nostri bambini in modo negativo”.
Ricordiamo ai nostri lettori che in Russia fino al 1993 l’omosessualità era considerata reato, sino al 1999 era invece presente nella lista delle malattie mentali.
Molti attivisti russi hanno già criticato duramente questa legge, vista più come una trovata pre-elettorale del partito putiniano, ed hanno annunciato un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

di Enrico Ferdinandi

17 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook