Siria: “Sospensione da Lega Araba è un passo pericoloso”

3.500 morti da marzo. Questo il numero di civili vittime della repressione che sta destabilizzando la Siria. I maggiori paesi dell’occidente si sono già detti pronti a “punire” la condotta del regime di Assad con una serie di nuove sanzioni che fermino la repressione in atto da otto mesi. Russia e Cina però si sono dette contrarie a questi provvedimenti affermando che per loro sarebbe meglio evitarle per evitare che si abbia una nuova Libia. Dopo la decisione di due giorni fa della Lega Araba che ha chiesto la sospensione dall’organizzazione mediorientale della Siria oggi arriva la richiesta proprio dal presidente Bashar al-Assad che chiede che questo provvedimento non venga preso. Assad incontrerà nel corso della settimana anche gli oppositori che chiedono le sue dimissioni.

Ricordiamo che la Lega Araba aveva non solo deciso di estromettere dal suo organico la Siria a partire dal prossimo 16 novembre ma anche di imporre pesanti sanzioni contro le violente repressioni che da mesi stanno costando centinaia di vite al popolo siriano.
Il ministro degli Esteri siriano, Walid al Moualem, ha quest’oggi dichiarato che: La sospensione della Siria dalla Lega araba è “un passo pericoloso. La Siria non si piegherà, e ne uscirà più forte”.
Anche il ministro degli esteri iraniano si è detto contrario ad interventi esterni: “complicherebbero la situazione”, secondo Teheran sarebbe meglio dare ad Assad l’opportunità di effettuare le riforme.
Ricordiamo che contro la sospensione dell’Iran dalla Lega Araba anno votato Siria, Libano e Yemen, mentre l’Iraq si è astenuto.
Da sabato sono continuati gli scontri, soprattutto con tre attacchi effettuati dai sostenitori del regime di Assad nei confronti delle ambasciate di Francia, Arabia Saudita e Turchia a Damasco.
Evento questo che ha spinto USA, Francia e Gran Bretagna a chiedere ad Assad di fare un passo indietro ed appellarsi alle Nazioni Unite affinché vengano presi provvedimenti in terra siriana contro queste ondate di violenza intollerabili.
La Siria intanto ha chiesto alla Lega Araba un summit d’emergenza per evitare la sua sospensione dall’organizzazione. Si attende il riscontro della Lega Araba.

di Enrico Ferdinandi

14 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook