Fukushima: Apre le porte ai giornalisti

Dopo il terremoto e lo tsunami da esso derivato che ha devastato il Giappone lo scorso 11 marzo molto si parlato del sito nucleare di Fukushia. Tra i cittadini di tutto il mondo sono con i mesi aumentate le paure e dubbi sulla veridicità di quale possano essere le vere conseguenze dei danni al reattore n.2, disastro ambientale o danni contenuti? Domanda alla quale è risultato difficile rispondere. Oggi però il sito per la prima volta dal disastro di marzo apre le porte ai giornalisti, naturalmente con i dovuti accorgimetni, tute e maschere antiradiazioni.

Il sottosegretario del governo, Goshi Hosono, incaricato delle operazioni di bonifica ha accompagnato un gruppo di reporter spiegando che le autorità giapponesi sperano di poter bloccare con un “sigillo totale” i reattori danneggiati entro la fine del 2011. Per chiudere tutta l’aerea potrebbero però volerci decenni, difatti fin ora l’ingresso ai giornalisti in questa aerea era stata negata per via delle forti concentrazioni di radiazioni che in buona parte sono ancora presenti in molte zone ancora invalicabili.

di Enrico Ferdinandi

12 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook