Turchia, nuovo terremoto a Van: 10 morti

Continua a tremare al terra in Turchia dove già lo scorso mese un violento sisma (di 7,1 gradi della scala Richter) aveva causato la morte di circa 600 cittadini ed il crollo di migliaia di edifici nella provincia di Van. Nello stesso territorio (est della turchia) è tornata a tremare la terra ieri sera provocando ancora una volta il crollo di edifici, la morte di 7 persone e centinaia di persone intrappolate negli edifici. Nella notte ne sono state soccorse 24 ma si stima che il numero di “intrappolati” sia ancora molto alto. Il premier, Besir Atalay, ha affermato che la scossa di ieri sera ha fatto crollare 25 edifici.

La scossa si è verifica alle 20,23 ora italiana con epicentro nella zona di Edremit a 16 km a sud di Van, la gran profondità dell’epicentro, 4,8 km sotto terra ha amplificato notevolmente gli effetti.
Ricordiamo ai nostri lettori che molti cittadini si sono salvati solo perché dalla scossa del 23 ottobre, per paura, non sono più rientrati nelle loro case ma hanno vissuto fin ora nelle tende.

(aggiornamento delle 20:30)

Il numero di morti ufficiali è salito a dieci, a renderlo noto la protezione civile turca. Le persone ferite sono invece 27 ed attualmente vi sono ben 785 soccorritori nella zona di Van che stanno cercando di liberare chi è ancora incastrato sotto le macerie. L’ultimo salvataggio 17 ore dopo il sisma di ieri sera, si tratta di un uomo sulla quarantina trovato sotto le macerie dell’ hotel Aslan.

di Enrico Ferdinandi

10 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook