Qantas torna a volare: 21 giorni per trovare un intesa

Dopo ben due giorni di stop a causa di una vertenza sindacale gli aerei della Qantas tornano a volare. La compagnia aerea australiana è tornata operativa dopo due giorni di completa paralisi dovuta allo sciopero dei suoi dipendenti, lasciando a terra decine di migliaia di passeggeri. Il ritorno alla normalità c’è stato dopo la decisione del tribunale del Lavoro che ha bloccato gli scioperi intimando la ripresa del servizio. I passeggeri, nonostante i disagi degli ultimi giorni hanno però espresso “fedeltà” nei confronti della compagnia, uno di essi ha dichiarato: “Io continuerò a volare con Qantas perché mi piace il loro servizio e lo trovo molto soddisfacente. Per quanto riguarda il problema di questi giorni, credo sia il momento che le persone si parlino in maniera ragionevole”.

Mentre una signora ha dichiarato: ” Io penso che se cerchi sicurezza e qualità in una compagnia aerea allora scegli Qantas. Se vuoi invece qualcosa di economico c’è l’Air China. Io personalmente continuo a preferire Qantas”. Commenti che a dir la verità sembrano un po’ “pilotati” è il caso di dire. La Qantas ha comunque comunicato che per il ritorno alla piena operatività ci vorranno ancora 24-48 ore. Ricordiamo ai nostri lettori che il tribunale ha dichiarato che la compagnia ed i sindacati avranno 21 giorni di tempo per trovare un intesa, dopo di che la soluzione verrà affidata ad un arbitrariato esterno. Motivo della “disputa” il taglio di centinaia di posti di lavoro.

 

di Enrico Ferdinandi

31 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook