Scontri Israele-Jihad: 9 palestinesi morti

Continuano gli scontri sulla striscia di Gaza tra i combattenti della Jihad islamica palestinese e gli israeliani. Ieri nel corso di un raid aereo sono morti nove palestinesi mentre un israeliano ha perso la vita a causa di alcune ferite riportate in seguito ad un lancio di razzi diretti verso la parte sud dello stato ebraico. Dallo scorso 26 agosto vigeva una “tacita” tregua che aveva visto gli scontri quasi arenarsi, questo è difatti il conflitto più cruento da fine agosto.
Uno dei capi della fazione palestinese ha dichiarato, mantenendo però l’anonimato che: «Gli sforzi e i contatti intensi portati avanti da responsabili dell’intelligence egiziane hanno determinato un consenso nazionale per ripristinare la calma con Israele». L’intenzione quindi, grazie al supporto dei servizi di intelligence egiziani è quella di ripristinare la tregua.

Dall’altra parte i militanti della Jihad islamica si sono detti disponibili a cessare nuovamente il fuoco a patto che Tel Aviv fermi i raid sul territorio palestinese.
Dawud Shehab, membro del gruppo militante, ha dichiarato che: «Quando tutti i jet avranno lasciato i cieli di Gaza interromperemo il lancio di razzi».

di Enrico Ferdinandi

30 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook