Stati Uniti: non vedente precipita sui binari con il cane, solo qualche graffio per entrambi

Stati Uniti: non vedente precipita sui binari con il cane, solo qualche graffio per entrambi

Da New York arriva una storia natalizia piena di umanità. Un uomo cieco precipita sui binari della metropolitana con il cane entrambi si salvano e una colletta online permette all’uomo di tenersi il cane nonostante le difficoltà economiche. L’episodio è già stato battezzato come il miracolo natalizio di New York.

Un vero e proprio miracolo natalizio quello accaduto in questi giorni nella grande mela o almeno così pensa la città. A New York, un cieco è sopravvissuto alla caduta sui binari della metropolitana, come riportato da “Fox News”, mercoledì 18 dicembre. Grazie a una colletta online, potrà tenere il suo cane, che ha tentato di impedire la caduta.

Tutto è cominciato martedì 17 dicembre. Cecil Williams, 61 anni, soffre di diabete. Nei pressi dei binari della metropolitana, ad Harlem (uno dei cinque distretti di New York), viene colto da un malore. Il suo cane, Orlando, 10 anni, tenta di tirarlo indietro ma l’uomo cade sui binari trascinandosi dietro il cane.

Proprio in quell’istante sopraggiunge un vagone. Il macchinista attiva immediatamente i freni di emergenza. Troppo tardi. Il treno prosegue la sua corsa passando sopra l’uomo e il suo cane. Degli agenti di polizia si precipitano sul luogo e scoprono che sono vivi entrambi. Vengono tirati fuori dai binari. Hanno solo qualche graffio, un vero miracolo.

A qualche giorno da Natale, la storia fa rapidamente il giro di New York City e quando Cecil Williams racconta che non ha i mezzi per tenersi il fedele amico a quattro zampe quando andrà in pensione l’anno prossimo, e che la sua assicurazione cesserà di coprire l’assistenza al cane è immediatamente partita una raccolta fondi online.

Sui siti “indiegogo” e “gofundme”, le donazioni si accumulano rapidamente. Giovedì pomeriggio superano i 108 000 dollari (80 000 euro). Più del dovuto per mantenere il cane. “La generosità Natalizia è questa, esiste”, si è meravigliato Cecil Williams durante una conferenza stampa all’ospedale mercoledì. “È un momento di gioia. Non so cos’altro dire. Apprezzo molto che la gente si sia unita per permettermi di tenere Orlando. È il mio miglior amico. Mi conduce ovunque ho bisogno di andare”.

Manuel Giannantonio 

(Twitter @ManuManuelg85)
(Blog: http://www.fanpage.it/manuel-giannantonio/)

20 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook