L’Europa nella morsa di Xaver

L’Europa nella morsa di Xaver

Orkan-XaverHa perso forza la tempesta di “Xaver” che da giovedì mette in ginocchio una vasta area del Nord Europa, dalla Scozia alla Scandinavia passando per l’Olanda e la Germania del nord. Anche se l’allarme rimane, è già tempo di bilanci.

Nonostante la perturbazione venerdì si sia dimostrata meno violenta del previsto, non sono mancati i disagi per la popolazione. Centiania di migliaia di utenze sono rimaste senza elettricità a causa della forza della tempesta che ha raggiunto velocità fino ai 225 km/h. Tra i danni registrati ci sono alberi sdradicati, tetti scoperchiati, incidenti stradali. Non sono mancate forti nevicate. Notevoli anche i disagi per i trasporti, mentre le comunicazioni via mare sono state interrotte. Molti treni e voli sono stati cancellati in tutto il Nord Europa, 200 solo a Copenhagen.

Nonostante le precauzioni delle autorità, oltre agli innumerevoli feriti la tempesta è costato la vita ad almeno 9 persone. Quattro di queste sono rimaste colpite questo venerdì dalla caduta di alberi, di cui una nel sud della Svezia e tre in Polonia. Almeno tre persone hanno perso la vita nel Regno Unito, mentre si cercano due marinai che sono scomparsi al largo della costa svedese.

Giovedì migliaia di persone sono state costrette ad evacuare alcune zone costiere del Regno Unito a causa della peggiore ondata di marea degli ultimi 60 anni. Secondo Owen Paterson, il Segretario per l’ambiente inglese, circa 800.000 persone sono state salvate grazie alle opere messe in atto dopo il 1953.

Ad Amburgo il livello dell’acqua si attestato solo 5 centimetri sotto quello raggiunto nel 1963, quando un’inondazione è costata la vita di 340 persone. Nonostante questa sia la seconda più grande inondazione della sua storia, le protezioni sulla costa erette nel corso degli anni hanno evitato gravi danni o perdite di vite per la città. In molte zone della Germania del nord le scuole sono rimaste chiuse, le strade interdette al traffico. La Deutsche Bahn afferma che detriti hanno bloccato le linee ad alta velocità tra Berlino e Amburgo.

In queste ore la tempesta Xaver si sta spostando verso est, mettendo in stato di allerta anche i territori russi che si affacciano sul Mar Baltico. Non sono attese riprecussioni sul territorio italiano.

Daniele Di Giovenale
Twitter: @DanieleDDG
7 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook