Canada: il sindaco di Toronto perde definitivamente il controllo

Canada: il sindaco di Toronto perde definitivamente il controllo

Nell’occhio del ciclone mediatico per essere stato visto in un video fumare crack con presunti trafficanti di droga, ora in collera dopo aver dovuto abbandonare le sue prerogative, Rob Ford, il sindaco di Toronto, ha colpito fisicamente una consigliere municipale. 

Sindaco di TorontoIl sindaco di Toronto ha perso lunedì 18 novembre i suoi poteri esecutivi. Rob Ford conserva il titolo di sindaco ma non potrà ne presiedere ne decidere l’ordine del giorno del consiglio esecutivo, l’organo che gestisce giorno per giorno la città di Toronto. Vede ugualmente togliersi, fino alle prossime elezioni, una parte dei fondi speciali a lui attribuiti.

Criticato da tutti dopo le prove del suo consumo di crack e di abusi d’alcol, l’uomo ha qualificato questa azione nei suoi confronti come “colpo di Stato moderno”. “Voi avete attaccato il Kuwait”, ha lanciato furioso ai suoi colleghi qualche istante prima del voto, promettendo una risposta altrettanto vigorosa di quella di Bush dopo l’invasione del Kuwait da parte delle truppe irachene nel 1990.

Lunedì, la tensione era al culmine nell’albergo della città dopo la decisione dei consiglieri municipali di votare il trasferimento progressivo delle prerogative di Rob Ford. I dibattiti erano talmente accesi che durante la pausa destinata a calmare gli spiriti, prima del fatidico voto, Rob Ford e suo fratello Doug, consigliere municipale, hanno sfiorato un violento scontro fisico.

Doug era seduto vicino ai gradini del pubblico, e urlava “vergona, vergona!”. Il sindaco all’improvviso si è accanito contro il fratello ma ha colpito una consigliere municipale, Pam McConnell. “Pensavo che mio fratello stesse litigando”, avrebbe giustificato il sindaco, scusandosi sinceramente con la collega.

Rob Ford, che rifiuta di dare le dimissioni, ha dichiarato successivamente attraverso un’intervista accordata con il canale pubblico CBC di “non aver toccato nemmeno un goccio di alcol da tre settimane”, praticamente da quando la polizia ha annunciato di aver ritrovato il famoso video in cui fuma crack insieme a presunti trafficanti di droga.

La popolarità del sindaco è ai minimi storici e sarà difficile per il primo cittadino di Toronto uscire dal vortice delle critiche che lo avvolge. Questo spiacevole episodio ha contribuito a una sensibile diminuzione della fiducia dei cittadini che era già irrimediabilmente compromessa.

di Manuel Giannantonio 

(Twitter @ManuManuelg85)
(Blog: http://www.fanpage.it/manuel-giannantonio/)

19 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook