Stati Uniti: la NSA può decodificare le comunicazioni criptate online

Stati Uniti: la NSA può decodificare le comunicazioni criptate online

Nasa- Secondo alcuni media, che si appoggiano ai documenti forniti da Edward Snowden, gli Stati Uniti sono capaci di decodificare i sistemi di sicurezza su internet. Codici delle mail e di conti bancari sono facilmente intercettabili per la NSA.

I codici non hanno dunque segreti per la NSA, l’Agenzia di sorveglianza americana e il suo omologo britannico. Secondo alcuni media tra i quali il “New York Times” e il “Guardian”, che sfruttano i documenti pubblicati dalla talpa del Datagate Edward Snowden attualmente in asilo politico in Russia. D’altronde la missione dell’agenzia fondata nel 1952 è proprio quella di decodificare i codici più complessi.

Per questo programma battezzato Bullrun, l’agenzia beneficia di supercalcolatori ma non solo. Può anche avvalersi della cooperazione delle società d’internet e ottengono le chiavi di decodificazione per uso legale. Come conseguenza, la NSA può avere accesso a ciò che vuole o quasi. Che siano discussioni online, conversazioni telefoniche, segreti commerciali, transazioni bancarie o documenti medici.

Il “New York Times” però spiega che se questa capacità di decifrare comunicazioni criptate può aiutare a prevenire attentati, rischia ugualmente di avere delle conseguenze non previste indebolendo la sicurezza delle comunicazioni. “Il rischio quando create una porta d’accesso nei sistemi criptati e che non siate gli unici”, ha dichiarato Matthew Green, un ricercatore in criptografia citato dal Times.

Secondo il “New York Times”, alcuni responsabili americani hanno chiesto al quotidiano di non pubblicare queste informazioni, temendo che le loro rivelazioni possano condurre delle entità mirate intente a programmare il metodo di criptaggio o il modo di comunicazione. 

 “I media non hanno menzionato alcuni aspetti ma hanno deciso di pubblicare l’articolo in ragione dell’importanza di un dibattito pubblico sulle azioni del governo che indeboliscono gli utensili più potenti destinati a proteggere la vita privata degli Americani e di altri”, afferma il giornale di New York.

Manuel Giannantonio 

(Twitter @ManuManuelg85)
(Blog: http://www.fanpage.it/manuel-giannantonio/)

6 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook