Spagna, confermato tra le vittime un italiano: è Dario Lombardo 25 anni. Macchinista in stato di arresto

Spagna, confermato tra le vittime un italiano: è Dario Lombardo 25 anni. Macchinista in stato di arresto

Dario LombardoPurtroppo è arrivata la conferma che tra le vittime del deragliamento c’è anche Dario Lombardo, il 25enne originario di Forza D’Agrò, un Comune messinese. Intanto, secondo i rilievi tecnici, sembra che il sistema di allarme si sia regolarmente attivato dopo il superamento del limite di velocità.
Ora mentre la Spagna è ancora sotto choc per la sciagura ferroviaria accaduta ieri, la più grave degli ultimi 40 anni, la popolazione della Galizia  ha risposto prontamente all’appello delle autorità, recandosi spontaneamente in ospedale per donare il sangue ai numerosi feriti ancora ricoverati che al momento sono 87 di cui 32 in condizioni ritenute gravi dai sanitari.
Il macchinista Francisco Jose Garzon Amo, interrogato dalla polizia nell’Ospedale dove si trova ricoverato per le ferite riportate, ha ammesso di aver affrontato la curva  ad una velocità di 190 chilometri orari, anziché a 80 all’ora come previsto, provocando  78 morti e 178 feriti,
L’uomo, pertanto è stato posto formalmente  agli arresti con l’accusa di guida spericolata e  rischia fino a 312 anni carcere. Inoltre le famiglie delle vittime potrebbero chiedere un risarcimento di 150mila euro ciascuno. Ma  l’art. 142 del codice penale spagnolo prevede che per il reato di negligenza, da cui derivi la morte, una pena variabile da uno a quattro anni di carcere per ciascuna delle vittime, anche se poi altre norme potrebbero consentirgli di non superare la detenzione effettiva di 12 anni.
La vittima italiana, purtroppo è confermata dall’esame del  Dna e corrisponde al venticinquenne che secondo le testimonianze di altri passeggeri stava raggiungendo Santiago de Compostela, dove lo aspettavano degli amici, conosciuti in Sicilia, durante le vacanze passate nel Comune siciliano, alle porte di Taormina, dove il giovane che viveva stabilmente in Germania  aveva i nonni e alcuni zii.
Lo sfortunato ragazzo si trovava sul quel treno perché a Madrid aveva perso la coincidenza aerea e invece di aspettare diverse ore un nuovo volo ha preferito proseguire in treno.
Ieri, nel frattempo, a Santiago  sono arrivati anche i genitori del ragazzo, che fino all’ultimo hanno sperato che quel corpo su cui si stavano compiendo degli accertamenti auoptici, non fosse loro figlio. Le autorità della nostra ambasciata stanno assistendo i famigliari ed il  rientro della salma avverrà nei prossimi giorni.
Messaggi di cordoglio per la sciagura arrivano da tutto il mondo ed anche il Papa dal Brasile, dove si trova per la GMG   fa sapere di essere “Vicino a quanto stanno soffrendo”.
Il ministro spagnolo Mariano Rajoy nel messaggio di cordoglio ai famigliari delle vittime  compie una terribile gaffe, quando mai fuori luogo, che rasenta il cinismo. Infatti il suo messaggio è frutto di un copia  copia-incolla nel quale confonde la tragedia spagnola con il terremoto che lunedì ha colpito la città di Gansu in Cina.
La Spagna, ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, mentre non risulta fissata la data dei funerali delle vittime, perchè  13 non sono ancora state identificate.

Sebastiano Di Mauro
26 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook