Gran Bretagna: Elisabetta II approva la legge sulle nozze gay

Gran Bretagna: Elisabetta II approva la legge sulle nozze gay

A partire dall’estate 2014 le coppie omosessuali potranno sposarsi anche in Gran Bretagna. Ieri la legge che legalizza i matrimoni gay ha difatti ricevuto il sostegno reale, con l’approvazione formale della Regina Elisabetta, ed è entrata in vigore.

Il disegno legge era stato precedentemente sostenuto dagli esponenti di tutti i partiti del Parlamento, ovvero laburisti, conservatori e democratici liberali, anche se alcuni esponenti hanno più volte espresso le loro perplessità su una scelta che, a loro parere, potrebbe minare il concetto tradizionale di matrimonio.

Come detto i primi matrimoni gay potranno essere celebrati dalla prossima estate, si con rito civile che religioso, ma non su tutto il territorio della Gran Bretagna, solo in Inghilterra e Wells. Per quanto riguarda il rito religioso adesso spetta alle diverse organizzazioni religiose dichiarare se aderire o meno alla legge. come noto la chiesa cattolica e i musulmani hanno già rigettato la proposta criticandola aspramente, mentre la chiesa d’Inghilterra e quella del Galles sono state escluse per legge.

Chiaro è anche il giudizio del capo degli anglicani, l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby, che negli scorsi giorni aveva dichiarato: «Questa decisione abolisce l’istituzione del matrimonio, la ridefinisce e la ricrea. Il risultato è solo la confusione».

La Gran Bretagna sarà così, a partire dal prossimo anno, il decimo paese in Europa ed il quindicesimo nel mondo dove potranno esser celebrati matrimoni fra individui dello stesso sesso.

E. F.

(@FerdinandiE)

18 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook