Inghilterra: Scotland Yard riapre l’inchiesta sulla piccola madelaine

Inghilterra: Scotland Yard riapre l’inchiesta sulla piccola madelaine

Madeleine-McCannGli investigatori britannici continuano a lavorare sul dossier da due anni isolando 38 sospetti attraverso l’Europa. La scomparsa della piccola Maddie nel 2007 in Portogallo ha mobilitato circa 37 investigatori oltremanica. Scotland Yard ha revisionato migliaia di documenti che riguardano il caso. Questo lavoro intenso sembra ora aver portato i suoi frutti: i poliziotti britannici hanno annunciato giovedì di disporre di ”nuove piste” confermano l’apertura di una nuova inchiesta. “Continueremo a pensare che ci sia una possibilità che la piccola Madeleine sia viva”, ha dichiarato l’ispettore capo Andy Redwood, che ha supervisionato l’inchiesta.

La polizia sembra essere interessata a 38 persone. Non sono tutte sospettate, ma Scotland Yard intende “ottenere più informazioni possibili su queste persone e determinare se sono implicate o meno nella sparizione della piccola Madelaine”. La lista conta dodici britannici sospettati di essere presenti in Portogallo all’epoca dei fatti. Le autorità sono in discussioni avanzate con quattro paesi europei, da dove provengono altri sospetti ed eventuali testimoni.

Una richiesta di aiuto giudiziario dovrebbe ugualmente essere indirizzata in Portogallo alfine di permettere agli investigatori di ripresentarsi sul territorio. I poliziotti si sono già recati sul luogo a 16 riprese e avrebbero stabilito delle relazioni positive con i loro omologhi portoghesi. Quest’ultimi avrebbero classificato l’inchiesta nel luglio del 2008, dopo quattordici mesi di investigazioni controverse. Nell’aprile del 2012, hanno affermato di non disporre di nessun nuovo elemento che possa permettere o determinare la riapertura del caso. Non avrebbero ancora ricevuto la richiesta dei britannici.

Quattro anni dopo i fatti, Scotland Yard ha ripreso l’inchiesta nel 2011 su richiesta di David Cameron. I parenti di Madelaine McCann scrissero allora al ministro britannico lamentandosi del fatto che non tutte le risorse furono sfruttate per ritrovare la propria bambina. Da allora, gli investigatori hanno diffuso nel marzo del 2012 un’immagine elaborata che ritrae quello che sarebbe ora il volto di Madelaine per facilitarne l’eventuale riconoscimento. I genitori di Madelaine si sono espressi soddisfatti dell’annuncio di Scotland Yard che è convinto che la piccola sia ancora in vita da qualche parte.

di Manuel Giannantonio

(Twitter @ManuManuelg85)
(Blog: http://postmanuelg85.blogspot.it)

5 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook