In Turchia, India e Kazakistan la censura sui Social Network sarà interna al paese

In Turchia, India e Kazakistan la censura sui Social Network sarà interna al paese

Istanbul- Secondo la legge, approvata alla fine del 2020 dal Parlamento turco su diretta proposta del partito fondato da Erdogan, il governo dovrà avere una maggiore presenza in termini di sorveglianza sulle attività degli utenti turchi all’interno della piattaforma. Il contenuto del testo di legge prevede che le piattaforme che registrano, al momento dell’entrata in vigore della legge, più di un milione di utenti attivi al giorno, dovranno nominare un rappresentante legale nel paese, rigorosamente di cittadinanza turca
foto-articolo
Esteri - 1 Ottobre 2021

di Raffaele Buccolo

Condividi: