Stati Uniti: Barack Obama nomina il nuovo capo dell’FBI

Stati Uniti: Barack Obama nomina il nuovo capo dell’FBI

obama-fbiIl Presidente americano Barack Obama ha nominato oggi un nuovo direttore nell’organigramma dell’FBI, si tratta di Jim Comey che vanta i meriti del suo predecessore Robert Mueller, che è diventato capo della polizia federale prima degli attentati dell’11 settembre 2001.

Jim Comey, un ex responsabile dell’amministrazione Bush, procuratore e specialista della sicurezza nazionale per più di 20 anni, si è opposto nel 2004 alla Casa Bianca sul programma di ascolti dell’Agenzia internazionale della sicurezza (NSA), oggi nel cuore di rivelazioni sul vasto sistema americano di sorveglianza delle comunicazioni.

Comey “era pronto ad abbandonare un lavoro che amava moltissimo piuttosto che partecipare a qualcosa che reputava sostanzialmente malvagio”, ha dichiarato Barack Obama, ricordando che il nuovo direttore dell’FBI aveva minacciato all’epoca di dare le dimissioni.

Jim Comey all’epoca dei fatti è diventato ministro della giustizia ad interim, come sostituto dell’ospedalizzato John Ascroft, rifiutò di concedere l’appoggio del proprio ministero al programma di ascolti della Nasa.

“Conoscere Jim Comey è anche conoscere la sua ferocia indipendenza e la sua profonda integrità (…). Risulta davvero raro incontrare presone come lui a Washington. Se ne frega della politica”, ha voluto aggiungere il 44° Presidente degli Stati Uniti d’America.

Obama ha colto l’occasione anche per fare gli elogi a Mueller, che aveva chiesto di prolungare di due anni il suo mandato composto da 10 anni. “Vi ricorderete di lui come uno dei direttori più capaci della storia dell’FBI e uno dei più devoti sostenitori della nazione”, ha affermato Obama. “Conosco poche persone che nella loro vita pubblica hanno mostrato tanta integrità e altrettanta costanza”, ha aggiunto Obama. Il mandato di Mueller, arrivato a capo dell’FBI una settimana prima degli attentati di New York del 2001, è stato dominato dalla lotta all’antiterrorismo.

di  Manuel Giannantonio

(Twitter @ManuManuelg85)
(Blog: http://postmanuelg85.blogspot.it)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook