USA: Il team Biden attende l’ufficialità

USA: Il team Biden attende l’ufficialità
Foto: associated press

Mentre la maggioranza nella maggior parte degli stati chiave è fermamente nelle mani di Joe Biden, i risultati sono ancora troppo rigidi per consentire ai media statunitensi di decretare ufficialmente un vincitore quattro giorni dopo le elezioni

Il candidato democratico è ancora in testa in Arizona – anche se Donald Trump non molla ma si amplia inesorabilmente il divario con il presidente in carica negli stati della Pennsylvania, Georgia e Nevada. E se i media fremono, i loro statisti resistono ancora a formalizzare la vittoria di Biden.
Sebbene non possa legittimamente rivendicare la vittoria, l’ex vice presidente di Barack Obama non nasconde più la sua certezza di vincere le elezioni, osserva NPR. “Vinceremo questa campagna con una netta maggioranza”, ha detto venerdì, elencando i punti principali del suo programma. Ciò che diventa più chiaro col passare delle ore è che un numero record di americani, indipendentemente da razza, credo, religione, ha scelto il cambiamento “.

Ha nuovamente invitato il paese a essere paziente e calmo in attesa dei risultati finali e ha promesso che sarebbe stato il presidente di tutti gli americani. Il New York Times conferma che Camp Biden ha integrato la vittoria e si sta già preparando per l’esercizio del potere. “L’attività dietro le quinte” rivela che Joe Biden “si sta preparando per mettersi subito al lavoro, mentre il paese deve affrontare un’epidemia dilagante e un’economia devastata”, scrive il quotidiano.

“A Wilmington e Washington, consiglieri e parenti del Sig. Biden stanno aumentando le conversazioni” sui posti da ricoprire alla Casa Bianca e nell’amministrazione, mentre l’ex vicepresidente “progetta di comporre un governo” di diversità “storica”.

“È FINITA”

Da parte repubblicana, “Trump ei suoi consiglieri hanno continuato a gridare alla frode, senza fornire prove, e contestando i risultati in diversi stati”, ha confermato il Washington Post. Ma il presidente ha comunque rilasciato una dichiarazione in tono “meno provocatorio” rispetto al suo discorso di giovedì, dicendo ora che le sue lamentele “non riguardano questa elezione” ma “l’integrità del nostro intero sistema elettorale”.

Tuttavia, non sembra pronto ad accettare la sconfitta. Secondo il Wall Street Journal, “già giovedì sera, i consiglieri hanno esortato il signor Trump a prepararsi per la sconfitta”. Ma il presidente “ha ignorato il consiglio”. Venerdì, secondo il quotidiano economico, “ha detto che continuerà a contestare i risultati delle elezioni”.

Potrebbe essere solo nella sua crociata, crede Politico. Il sito ha parlato con un alto funzionario della campagna, dicendo che “è finita. La maggior parte delle persone lo sa, anche se alcuni hanno bisogno di un po ‘più di tempo per accettarlo ”.
Attendendo l’ufficialità, sembra decisamente chiaro che il popolo americano, seppur diviso, abbia confermato la necessità di cambiamento. Tra gli elementi fondamentali in queste elezioni assolutamente senza precedenti in cui la pandemia covid pesa molto, mai il popolo americano aveva partecipato così tanto attivamente presentandosi alle urne.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook