Brasile: la situazione peggiora drasticamente

Brasile: la situazione peggiora drasticamente
Fonte immagine: g2r

Il Brasile ha nuovamente superato le 1.000 vittime martedì 26 maggio, nelle ventiquattro ore, per la quarta volta da quando la pandemia ha accelerato la scorsa settimana. Il più grande paese dell’America Latina non è ancora fuori dall’epidemia, secondo un nuovo studio americano: il bilancio delle vittime potrebbe superare i 125.000 entro la metà dell’estate.

BRASILIA – Il peggio deve ancora venire per il Brasile. Poiché il paese è diventato l’epicentro della pandemia di coronavirus negli ultimi giorni, un nuovo studio americano pubblicato martedì suggerisce un’estate drammatica per i brasiliani.

Secondo le previsioni dell’Institute of Health Measurement and Assessment (IHME) dell’Università di Washington, il numero delle vittime di Covid-19 potrebbe superare i 125.000 entro l’inizio di agosto, come riferito dal sito di notizie G1 brasiliano. I ricercatori affermano che lo stato di San Paolo dovrebbe essere il più colpito, con oltre 32.000 morti, seguito da Rio, con circa 26.000 morti. Questi due stati hanno decretato il contenimento delle loro popolazioni dalla fine di marzo, nonostante la feroce opposizione del presidente Jair Bolsonaro, che continua a mettere in prospettiva l’entità della pandemia. Ma non c’è coercizione associata a questa misura.

“Il Brasile deve assolutamente seguire l’esempio di Wuhan, in Cina, così come in Italia, la Spagna e New York, mettendo in atto restrizioni e misure di controllo di fronte all’epidemia, diffondendosi rapidamente per ridurre la diffusione del virus “, ha dichiarato il direttore IHME Christopher Murray. I sistemi ospedalieri nelle grandi città sono già “sul punto di essere completamente obsoleti.

Infografica: Il messaggero

Secondo l’istituto di ricerca, se le autorità non agissero rapidamente, “il numero di decessi potrebbe continuare ad aumentare fino a metà luglio, il che causerà carenza di risorse umane e materiali vitali negli ospedali”, riferisce CNBC. Mentre “il sistema sanitario pubblico brasiliano era sotto stress prima della pandemia”, “le reti ospedaliere in alcune grandi città sono già sul punto di essere completamente sopraffatte”, osserva Vox. Martedì il Senato brasiliano ha anche adottato una legge che impone agli ospedali privati ​​di fornire letti non occupati per il ricovero in ospedale di pazienti con pazienti Covid-19, riferisce O Globo.

“Allo stesso tempo, il virus si sta rapidamente diffondendo nelle comunità più vulnerabili del paese, in particolare nelle favelas, nei sobborghi delle città, dove il distanziamento sociale è quasi impossibile a causa della promiscuità e delle condizioni sanitarie”, specifica anche Vox.

Eduardo Macário, assistente segretario per la sorveglianza sanitaria, ha dichiarato martedì che il numero di casi di Covid-19 nel paese potrebbe essere superiore alle statistiche ufficiali a causa di ritardi nello screening e nei rapporti, ha affermato Folha. da San Paolo.

Secondo i risultati pubblicati nello studio Epicovid-19, il primo sondaggio nazionale sulla malattia, il numero di persone infette dal nuovo coronavirus potrebbe essere circa sette volte superiore a quello attuale, che è 391.222, per una popolazione di 210 milioni di persone.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook